Eventi

  • Non ci sono eventi

Dal programma condiviso : affrontare la crisi e la disoccupazione.

Come tutti capiscono, il nodo cruciale è l’assenza di lavoro.Certo il Comune non dispone di elevate risorse e non è istituzionalmente dotato di poteri diretti in materia.

Tuttavia, può senz’altro assumere, minimamente attrezzandosi, un ruolo, informativo, promozionale e di indirizzo … e, quindi, può:

• Riconoscere un contributo, con durata prestabilita, alle imprese che assumeranno lavoratori

• Promuovere la costituzione di cooperative per cicli lavorativi stabili: ad esempio, per la coltivazione degli uliveti, la manutenzione dei boschi, la conduzione di terreni agricoli (ovviamente, su formale concessione dei proprietari degli agri interessati) ed altro

• Favorire la costituzione di consorzi di piccole imprese del settore edilizio, aventi prevalentemente sede nel nostro Comune, per consentire ad esse di assumere le dimensioni e i requisiti necessari per la partecipazione a gare di lavori di mole, anche pubblici

• fare da punto di riferimento per fornire alle imprese informazioni qualitative e quantitative, comprese quelle per accedere al credito agevolato e non, e stabilendo allo scopo anche rapporti con i funzionari dei Consorzi fidi e Fidi Toscana.

I commenti sono chiusi.